Basilica di San Miniato al Monte

Una bella escursione lontano dalla confusione del centro è proprio quello che ci vuole e se volete che questo break unisca cultura e un bel paesaggio, dovete recarvi alla Basilica di San Miniato che si trova in uno dei punti più alti di Firenze.

- La storia. La Basilica è dedicata a San Miniato che fu il primo martire della città toscana. Arrivato a Firenze nel 250 condusse un’esistenza in solitudine fino a che divenne obiettivo delle persecuzioni. Dove oggi sorge la chiesa si narra che fu portata la testa del martire decapitato e che lì fu eretto un santuario in suo onore. La costruzione della basilica così come ci appare oggi fu iniziata nel 1013 dal Vescovo Alibrando.

- La struttura. L’arte romanica fiorentina ci ha regalato diversi esempi di architettura ma questo è davvero tra i più belli! Cinque grandi ed ampie arcate fanno da cappello ad altrettanti spazi e in due di essi si aprono portali di accesso alla chiesa; due timpani svolgono la funzione di raccordo tra la parte bassa e lo spazio superiore della facciata; capitelli, pilastri e marmi policromi completano la perfezione d’insieme; da notare il mosaico che raffigura Cristo fra la Vergine e San Miniato. Molto più giovane rispetto a tutta la struttura è il campanile, definitivamente completato nel 1929. L’interno della chiesa è diviso in tre navate e sovrasta lo spazio occupato dalla cripta.

- Le opere al suo interno. Le opere più importanti per cui si ricorda questa basilica sono custodite nella Cappella del Cardinale del Portogallo. La cappella fu progettata Antonio Rossellino e decorata da Antonio e Piero del Pollaiolo che ci hanno lasciato testimonianza della loro bravura. Il magnifico soffitto in terracotta è stato invece realizzato da Luca della Robbia.

- Via delle Porte Sante, 34

Le Città SocialTripper : Barcellona | Roma | Parigi | Londra | Firenze | Milano

Socialtripper è un Network realizzato da New Com Agenzia Web - Roma | PI 02504700606