La Badia Fiorentina

Tra i luoghi più identificativi di Firenze c’è sicuramente la Badia Fiorentina, una chiesa intitolata al culto della Vergine e che troverete nei pressi del Museo del Bargello.

- La storia. Lo spazio occupato dall’odierna costruzione un tempo era occupato dalla chiesa di Santo Stefano che venne acquistata da Willa di Toscana che aveva l’intenzione di realizzare qui un’abbazia, per l’appunto una badia. Nel 1285 Arnolfo di Cambio si occupò del lavoro di rinnovamento della struttura cambiandone addirittura l’orientamento! Durante il ’400 la chiesa visse dei momenti gloriosi poiché tutto il complesso fu interessato dalle dinamiche del mondo culturale fiorentino. Subì poi altri rifacimenti nel ’600.

-  La struttura. Guardando la chiesa, veniamo subito colpiti dal suo aspetto piuttosto austero e comunque molto semplice. Il portale d’entrata lo troviamo stretto tra altri edifici e da fuori non si riesce ad immaginare la bellezza nascosta all’interno. Entrando, noterete subito il prezioso soffitto ligneo e la sovrapposizione di stili come conseguenza di diversi rimaneggiamenti. Una particolarità dell’architettura è certamente il campanile dalla forma esagonale, impreziosito da cuspidi.

-  Le opere al suo interno. L’Apparizione della http://firenze.socialtripper.it/+-M... a San Bernardo è un’opera straordinaria di Filippo Lippi e, solo se visiterete questa chiesa, avrete la possibilità di apprezzarla. Non dovete perdere neanche gli affreschi che decorano la Cappella di San Mauro e quella di San Bernardo o il dipinto della Pentecoste che potete trovare vicino all’altare. Oltre alle opere pittoriche, la Badia Fiorentina custodisce stupende sculture visibili nelle strutture dei monumenti sepolcrali come quello di Giannozzo Pandolfini o Bernardo Giugni.

- Chiostro degli aranci. Non perdete l’occasione di ammirare questo suggestivo complesso che correda la struttura della chiesa. Al piano superiore del chiostro troverete un fantastico ciclo di affreschi raffiguranti episodi della vita di San Benedetto e che sono un valido esempio di arte quattrocentesca.

- Via Dante Alighieri

- Costo del biglietto: Chiostro degli aranci gratuito

- Apertura. Chiostro degli aranci dal 2 gennaio al 31 dicembre aperto tutti i giorni dalle 9:00 alle 11:45 e dalle 16:30 alle 18:00

Le Città SocialTripper : Barcellona | Roma | Parigi | Londra | Firenze | Milano

Socialtripper è un Network realizzato da New Com Agenzia Web - Roma | PI 02504700606