Museo Nazionale del Bargello

Se desiderate immergervi nel pieno della cultura fiorentina, Il Museo Nazionale del Bargello è il posto giusto per voi: troverete qui pane per i vostri denti!

- Piccoli cenni storici. Il museo venne inaugurato nel 1865 e la prima collezione che ospitò era costituita da arredi di Palazzo Vecchio e dell’armeria dei Medici. In un secondo momento la collezione venne impreziosita da sculture realizzate in marmo e in bronzo, da maioliche, smalti e avori provenienti dagli Uffizi. Dal 1887 divennero orgoglio del museo svariate opere di Donatello, esposte nel complesso proprio in occasione del centenario dell’artista. Tra fine ’800 e primi ’900 numerose furono le donazioni che contribuirono ad accrescere il prestigio del Bargello.

- Dove si trova. L’edificio che ospita il museo è tra i più antichi e belli di Firenze. Il primo nucleo venne realizzato nel 1225 nientemeno che dal Vasari e nel susseguirsi degli anni subì numerose modifiche ed ampliamenti. A partire dal 1574, quando la città di Firenze era nel pieno del dominio dei Medici, l’edificio divenne sede del Capitano di Giustizia, ossia capo della polizia, conosciuto anche come Bargello e solo in questo momento il palazzo cominciò ad essere identificato con questo nome.

- Come muoversi all’interno del museo. Per poter visitare il museo in modo semplice ed organizzato, potete scegliere tra tre percorsi che si snodano tra i nuclei principali del Bargello. Il complesso ospita una grandissima quantità di opere dislocate su tre piani e certamente avrete l’imbarazzo della scelta tra il nucleo della scultura Medievale e Rinascimentale, le collezioni di arti decorative e la raccolta di armi e armature. Non preoccupatevi, gli itinerari proposti vi consentiranno di concludere la visita anche in momenti successivi nel caso una sola giornata non vi bastasse!

- Le opere. Una volta superato l’ampio spazio del cortile adornato da molti gruppi scultorei, incontrerete subito una sala molto importante, quella di Michelangelo e della scultura del Cinquecento che ospita opere celebri come il Bacco e altri innumerevoli capolavori dell’arte Rinascimentale. Numerose sono le stanze tematiche che ospitano intere collezioni frutto di donazioni e altrettante quelle che raccolgono opere simbolo dell’arte ceramica come quelle presenti nelle sale di Andrea e Giovanni della Robbia. La visita prenderà una piega magica quando vi troverete nel Salone di Donatello e della scultura del Quattrocento e ammirerete capolavori senza tempo come il famoso David realizzato in bronzo o le straordinarie formelle opera del Ghiberti e del Brunelleschi.

Non perdete questo fantastico appuntamento con la storia di Firenze e buona visita!

- Via Proconsolo, 4

- Costo del biglietto: € 4,00, ridotto € 2,00 (ragazzi tra 18-25 anni, docenti), gratis per minori di 18 anni e maggiori di 65, docenti e studenti materie artistico-umanistiche, guide turistiche, interpreti, membri dell’ICOM.

- Apertura dal 2 Gennaio al 31 Dicembre dal lunedì alla domenica dalle 8:15 alle 13:20. Chiuso 1°Gennaio, 1°Maggio, 25 Dicembre, 1°3°5° domenica e 2°4°lunedì di ogni mese.

Le Città SocialTripper : Barcellona | Roma | Parigi | Londra | Firenze | Milano

Socialtripper è un Network realizzato da New Com Agenzia Web - Roma | PI 02504700606