Palazzo Vecchio

Palazzo Vecchio è l’edificio che caratterizza piazza della Signoria. Attualmente è sede del comune di Firenze e quindi, oggi come ieri, centro dell’attività politica e sociale fiorentina.

Originariamente conosciuto come Palazzo dei Priori e Palagio Nuovo, nel XV secolo divenne Palazzo della Signoria per poi mutare in Palazzo Ducale per volere di Cosimo I De Medici nel 1540. Fu progettato da Arnolfo di Cambio come sede dei Priori delle Arti. Tra il XIII e il XVI secolo subì ampliamenti e rifacimenti e tra i più famosi vi ricordo il Corridoio Vasariano, che collega Palazzo Vecchio a Palazzo Pitti.

La struttura. La facciata, divisa in tre piani, è realizzata in uno stile particolare chiamato bugnato ed è intervallata da finestre decorate da bifore. La sommità è circondata da un ballatoio rifinito con una merlatura squadrata, tipica delle realizzazioni guelfe. Noterete che davanti al palazzo c’è una pedana rialzata: questa è l’argenario, ossia l’antica entrata del palazzo che un tempo era delimitata da una ringhiera. Particolarissima è la serie di nove stemmi che si ripete ben due volte lungo la facciata. La struttura è completata dalla Torre di Arnolfo di Cambio, alta 94 metri e decorata da una merlatura a coda di rondine, tipicamente Ghibellina e in contrapposizione con quella del palazzo.

Il museo. Oggi questo palazzo è sede del Museo di Palazzo Vecchio e visitandolo potrete rivivere i momenti che un tempo hanno reso gloriosa questa residenza. Oltre agli splendidi cortili e alla Camera d’Arme, potrete entrare nel Salone dei Cinquecento posto al primo piano. Qui, grandi affreschi ci raccontano la potenza di Firenze. Alla fine di questa sala si apre uno spazio più piccolo, senza finestre: è lo Studiolo di Francesco I De Medici, progettato da Vasari in perfetto stile manieristico. In diverse sale, come quella di Cosimo il Vecchio, Lorenzo il Magnifico e Giovanni dalle Bande Nere ripercorriamo attraverso i dipinti la storia di una grande dinastia. Notevole è anche il patrimonio artistico conservato nelle tante sale del secondo piano tra cui vi segnalo la Cappella di Eleonora affrescata dal Bronzino. Da questa sala si accede alla Salotta in cui si aprono le scale dirette al ballatoio.

Curiosità. Vorrei attirare la vostra attenzione sull’angolo destro della facciata del palazzo: guardate con attenzione ... sembra che vi sia scolpito un profilo di un probabile condannato a morte e che la tradizione fiorentina vuole sia opera di Michelangelo. Tale attribuzione, ovviamente, non è certa ma non tutti avrebbero potuto permettersi di scolpire le pietre di facciata del palazzo più importante di Firenze!

- Piazza della Signoria

- Costo del biglietto: € 6,00, ridotto € 4,50 (18-25 anni e over 65), gratuito per minori di 3 anni, guide, accompagnatori, insegnanti, studenti partecipanti a scambi culturali, giornalisti e membri dell’ICOM.

- Apertura: dal 2 Gennaio al 31 Dicembre dal lunedì alla domenica dalle 9:00 alle 19:00, giovedì ed infrasettimanali dalle 9:00 alle 14:00

Le Città SocialTripper : Barcellona | Roma | Parigi | Londra | Firenze | Milano

Socialtripper è un Network realizzato da New Com Agenzia Web - Roma | PI 02504700606